Come potenziare le difese immunitarie

Reading Time: 2 minutes

Ha senso la corsa agli integratori per potenziare le difese immunitarie?


Premesso che non esistono integratori contro il coronavirus e che non esiste una dieta specifica, esiste però un’alimentazione in grado di farci trovare nelle migliori condizioni di salute per rispondere al meglio a possibili malanni e aiuta il nostro organismo a rafforzare il nostro sistema immunitario. I principali micronutrienti (vitamine e minerali) che sostengono il normale funzionamento del sistema immunitario e le difese naturali in generale sono: vitamina D, vitamina C, zinco, selenio e magnesio. Oltre a questi, numerosi studi clinici hanno mostrato che alcuni principi attivi contenuti negli estratti di piante come la curcuma e l’echinacea, e poi ancora l’estratto di papaya fermentata  possono modulare o stimolare le difese immunitari.
Vitamina D
La vitamina D viene assunta con gli alimenti solo in piccola parte (20%), il resto è prodotto a seguito dell’esposizione alla radiazioni solare (in particolare agli UVB) per conversione di un derivato del colesterolo nella provitamina D.
Proprio per il molto tempo che si passa al chiuso, vi è molta carenza di Vitamina D nella popolazione. E’ bene quindi cercare di intervenire (soprattutto in questo periodo) per lo meno a livello alimentare con l’assunzione di pesci grassi, come salmone o aringa; uova e frutta secca. Si trova anche nel latte, ma solo se addizionato.

Vitamina C
Si trova negli agrumi, kiwi, rucola, cavolfiori, broccoli  e spinaci.


Zinco, Magnesio e Selenio: i principali ingredienti di molti integratori.
Sono ricchi di zinco il pesce, la carne, i cereali integrali, i legumi, la frutta secca ed i semi. Ma lo troviamo anche nel lievito, nel latte, nel rosso d’uovo.
Il magnesio è presente nelle acque minerali, in cereali integrali, legumi, frutta secca, semi oleosi e cacao.
Sono fonte di selenio i pesci grassi, i cereali integrali, l’uovo, i semi di girasole.


Acidi grassi omega 3
Si trovano negli oli di semi di lino, noci, semi oleosi, nonché in alcuni pesci (salmone, merluzzo, tonno, sardine)


E quindi?
Per iniziare, consumate le 5 porzioni tra frutta e verdura al giorno che vengono consigliate dalle nostre ultime Linee Guida, che oltre a fornirvi tanta Vit. C vi fornirebbero tutte queste vitamine e micronutrienti importanti.
Ricordate per adesso e in futuro che esistono singoli alimenti o singoli componenti in grado di avere un effetto protettivo in generale, ne tantomeno dal coronavirus.
È sempre l’insieme a fare la differenza e mai il singolo elemento, mai il singolo cibo, mai il singolo prodotto.
È il complesso della nostra alimentazione e del nostro stile di vita ad avere un effetto sul nostro sistema immunitario e sulla salute del nostro organismo.

Dott.ssa Marta Menelao Biologa Nutrizionista

WhatsApp chat